Giampiero Pulcini

Ho conosciuto Giampiero a distanza attraverso i suoi scritti sulla Accademia degli Alterati che leggevo e rileggevo durante il periodo di studi negli Stati Uniti. Ho sempre trovato un certo conforto nelle parole essenziali e virtuose e nei ragionamenti piacevoli, apprezzando molto l’intento di mettere il vino a servizio delle cose importanti, rendendolo strumento e mai fine. Ci siamo incontrati nel 2014 in occasione di una degustazione organizzata a Mentana dall’Associazione Culturale Divinarte. Giampiero raccontava la Mosella e da quel momento, alla fascinazione per la sua scrittura, si aggiunse quella per il suo racconto inteso come divulgazione, vale a dire quella capacità di rendere accessibili alcune informazioni complesse. Giampiero Pulcini è a tutti gli effetti un divulgatore. Bevitore sensibile e indipendente, degustatore colto sganciato da preconcetti e schieramenti, anarchico laddove l’anarchia non denota confusione ma rigore doppio. Nel 2019 è uscito il suo primo libro – “Il Vino Sincerissimo” – una raccolta di articoli originariamente pubblicati sugli Alterati, rifiniti per l’occasione e assemblati in sequenza di ventiquattro capitoli. Per altrivini racconterà con sguardo libero il suo rapporto con il vino e di come questo sia cambiato e continui a cambiare nel corso del tempo, convinti entrambi che la coerenza preveda libertà di fronte al bicchiere e che la libertà legittimi il cambio di traiettoria.

Una sera

Le tante vite che ciascuno vive s’intersecano a volte in punti imprevedibili, benché forse non casuali. A trasportarle può essere una foto, una frase, una canzone, qualsiasi supporto cui una suggestione resti invisibilmente aggrappata per riproporsi di colpo. Mondi paralleli che convergono con impensabile naturalezza; e noi, ritti all’incrocio, spettatori degli ologrammi emotivi che hanno

2021-04-03T11:38:22+02:00sabato 3 Aprile 2021|

Vin’d pum / dududududu cibùm cibùm

entra e fatti un bagno caldo c'è un accappatoio azzurro fuori piove un mondo freddo Me l’ero immaginato un po’ così il vin’d pum 2019 di Ottenimenti, girando il vetro tra le mani: aspettativa proiettata dall’etichetta al bicchiere, delicatamente modellata dalla realtà. Granato leggero. Naso stridulo eppure gentile di frutti selvatici, genziana e rabarbaro. Sorso

2020-12-15T19:45:54+01:00martedì 8 Dicembre 2020|

Relativo assoluto

“Il relativo è assoluto nel proprio ambito.” (Riccardo Manzotti, LA MENTE ALLARGATA) Un quarto di secolo fa, da poco patentato, potei pilotare le due auto di famiglia della fidanzata di allora: una Nissan Primera 1.6 16v nuova di zecca e una Fiat 127 degli anni ‘70, detta ‘pollaròla’ per l’attitudine a passare con nonchalance dal

2020-12-18T16:46:11+01:00mercoledì 12 Agosto 2020|
© 2020 All Rights Reserved DO.T.E. Srls — PI 14355321002 | Privacy Policy - Cookie Policy